Riccione. Pescatore di rombi sul piede di guerra Denunciate tre vongolare riminesi

L’uomo ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica dopo aver subito danni per 3.600 euro a reti e nasse che aveva calato a 300 metri dalla foce del Marano.

ENRICO CHIAVEGATTI. Danneggiamento aggravato di beni esposti alla pubblica fede per necessità. È questo il reato ipotizzato nell’esposto presentato dall’avvocato Stefano Caroli alla Procura della Repubblica, per conto di un pescatore riccionese che accusa i comandanti di almeno tre vongolare riminesi, di aver distrutto con le loro eliche e draghe idrauliche, reti e nasse da lui calate per la pesca dei rombi. Danni per 3.600 euro, non coperti da assicurazione, che sarebbero stati causati dalla violazione delle norme sulla pesca e sulla navigazione.  (…)

Tratto dal Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy