Rimini. Botte alla ex incinta, in manette. Corriere Romagna

Lucia Paci – Corriere Romagna: L’uomo, un operaio di 37 anni, aveva il divieto di avvicinamento dopo che nei mesi scorsi aveva mandato la donna più volte in ospedale / Pesta di nuovo la ex incinta: in manette / Il giudice la volta precedente aveva negato l’arresto chiesto dal pubblico ministero

RIMINI. E’ successo ancora: ha picchiato la ex, incinta di sei mesi, nonostante fosse sottoposto alla misura coercitiva del divieto di avvicinamento. Così si sono aperte le porte del carcere per un operaio 37enne che già nei mesi scorsi aveva infierito sulla donna, una 35enne residente nel Cesenate, mandandola più volte in ospedale. Il pm Davide Ercolani aveva chiesto fin da subito la misura detentiva in carcere ma il gip aveva ritenuto sufficiente il divieto di avvicinamento. Avendo violato la restrizione, l’uomo è stato arrestato dalla polizia giovedì all’alba. Nonostante i problemi, i due hanno deciso di vedersi. L’incontro è avvenuto mercoledì sera nella zona di Rimini nord, dove si è consumata l’ennesima aggressione nei confronti della 35enne. La donna ha chiamato immediatamente il 113 e i poliziotti l’hanno trovata in strada. Lamentava dolori su tutto il corpo per le botte prese mentre l’uomo era sparito. Dopo avere ascoltato la ricostruzione di quanto accaduto, gli agenti l’hanno accompagnata in ospedale dove le è stato diagnosticato un trauma addominale e un trauma cranico con prognosi di 20 giorni. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy