Rimini: Condannate 9 persone per uso di Epo

(da “Il Corriere di Romagna”) Ieri pomeriggio il Tribunale di Perugia ha condannato 9 persone per esercizio abusivo della professione, ricettazione e violazione di decreti legislativi concernenti le attività sportive.

Un farmacista perugino è stato condannato a 2 anni e 6 mesi di reclusione; Andrea Scolastico, carabiniere e cicloamatore 34enne perugino, si è beccato una pena di 2 anni e 2 mesi; Massimo Pecorari, anche lui carabiniere e cicloamatore perugino 46enne, 2 anni e 1 mese; Arnoldo Antonini, fondista riminese 50enne, si è preso 1 anno di carcere; Fabrizio Sensi, istruttore di body building romano 46enne, 2 anni e 4 mesi; Tiziano Severi Pierini, odontotecnico ciclista 40enne, 2 anni; a Bartolomeo Celato, 58enne, e a Marco Fabbri, 34enne, entrambi riminesi, è stata inflitta la pena di 1 anno e 5 mesi.

Assolta invece Camilla Brigliadori, ciclista cesenate.

Per gli imputati è caduta l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al commercio di farmaci dopanti venduti senza ricette mediche.

Il 31 marzo 2005 i Nas di Roma arrestarono podisti, ciclisti e culturisti amatoriali perchè facevano uso di Epo.

Nel processo si è costituita parte lesa la Federazione Ciclistica Italiana.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy