Rimini. Ferito a scuola, da bullizzato a bullo

Ferito a scuola, da bullizzato a bullo

Il 14enne accoltellato per aver deriso il compagno di classe, era stato in passato preso di mira da un altro gruppo di ragazzini

Lo prendevano in giro, era preso di mira dai compagni di scuola e anche da altri ragazzini. Da bullizzato a bullo, un passaggio non così scontato. C’è qualcosa che accomuna le storie dei due studenti di 14 anni protagonisti dell’accoltellamento avvenuto mercoledì mattina in un’aula laboratorio dell’istituto professionale Alberti di Rimini. Entrambi avrebbero infatti avuto a che fare con dei bulli, sebbene in maniera e in tempi differenti. Bisogna dire che la preside, Franca Berardi, non cataloga l’ultimo episodio come bullismo, piuttosto parla di «comportamenti infantili» da parte del ragazzino ferito. «L’autore dell’aggressione era infastidito dagli atteggiamenti del compagno di classe, anche se nessuno dei due aveva mai dato segni di squilibrio o c’erano mai state segnalazioni che potessero far presagire qualcosa o far scattare un campanello d’allarme», dice la preside. Al momento, tuttavia, pare che le accuse di bullismo riguardino un solo ragazzo (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy