Rimini. Giro di vite della Polizia Locale al parco Murri per garantire maggiore sicurezza

Giro di vite della Polizia Locale per la sicurezza nel Parco Murri di Marebello a Rimini.

Continuano anche in questi giorni, con operazioni mirate, i servizi di prevenzione e contrasto allo spaccio, all’uso di sostanze stupefacenti e al consumo di bevande alcoliche nei parchi pubblici, con particolare attenzione a tutta l’area del parco Murri di Marebello a Rimini. Riporta una nota del Comune di Rimini.
Un servizio che si è ripetuto anche nei primi giorni di questa settimana, nei pomeriggi di lunedì 1° e martedì 2 agosto, e che ha visto impegnati gli agenti del Reparto di Sicurezza Urbana, insieme ad altre unità operative del Nucleo Mobilità e Sicurezza e 3 unità cinofile.
Una squadra formata da 7 uomini in tutto, intervenuti a più riprese, sia ieri che l’altro ieri, per garantire sicurezza alle tante famiglie con bambini che frequentano il parco e i giochi in esso presenti.
Nel corso dei controlli infatti sono state circa 20 le persone allontanate, alcune di esse sorprese in attività di consumo di sostanze stupefacenti.
Molte di queste si sono allontanate immediatamente alla vista delle divise e dei cani poliziotto, liberandosi della sostanza stupefacente che possedevano e facendo perdere le proprie tracce.
Altri sono stati identificati e fatti allontanare perché sorpresi a bivaccare e a sporcare le aree verdi del parco pubblico riminese.
Diverse le tracce di sostanze stupefacenti fiutate dai cani, ritagli di dosi o piccole quantità che sono state rinvenute nell’erba.

Un servizio che verrà garantito anche nei prossimi giorni per assicurare la prevenzione e la sicurezza di una delle aree di Rimini sud  più frequentate da residenti e turisti, per la quale erano pervenute alcune segnalazioni, anche per la presenza di bivacchi e insediamenti di persone senza fissa dimora che sporcavano facendo cattivo uso degli spazi del parco e del suolo pubblico cittadino.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy