Rimini. La picchiano a sangue e la stuprano poi prendono a cinghiate i due testimoni

Vittima una trans peruviana di 47 anni. In manette 2 bolognesi di 21 e 19 anni. L’allarme dal portiere di un hotel.

Erika Nanni – Una notte di orrore e di terribile violenza. Sabato scorso, poco prima dell’alba, una 47enne trans di origine peruviana è stata stuprata e picchiata selvaggiamente da due ragazzi, uno di 19 anni, A.R, bolognese, e l’altro, M.B. di 21 anni, di origini marocchine, entrambi residenti a Valsamoggia (in provincia di Bologna). Botte e cinghiate se le sono presi anche due giovani africani che sentendo le grida strozzate della donna sono accorsi in suo soccorso, armati anche del cellulare con cui hanno ripreso 19 fatidici secondi di violenze, immortalando gli attimi di patimento della donna. Proprio quelle cinghiate e quelle botte hanno dato alla donna la chance di fuggire ai due aguzzini, raccogliendo le forze rimaste, nonostante gli abusi e le violenze protratte per diversi minuti.

Gli accertamenti dei medici del Pronto soccorso a cui si è rivolta solo alcune ore dopo l’accaduto, hanno accertato lesioni e tumefazioni al viso, abrasioni, fratture delle ossa nasali ed escoriazioni in varie parti del corpo. Il tutto “riassunto” in una prognosi di 35 giorni. (…)

Articolo tratto dal Corriere di Romagna

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy