Rimini. L’ex assessore Tiziano Marchi, preso con la mazzetta in mano

Alessandra Nanni di Il Resto del Carlino Rimini: Incastrato /  Preso con la mazzetta in mano. Arrestato funzionario delle Entrate /Filmato dai carabinieri nello studio di un commercialista riminese

La mazzetta  si prende ancora come trent’anni fa: contanti chiusi in una busta bianca. Ed è quella che aveva appena ritirato il funzionario dell’Agenzia delle Entrate di Cesena, quando i carabinieri del Nucleo investigativo di Rimini l’hanno chiamato per nome mentre si stava avviando al bar. Tiziano Marchi, 59 anni, originario di Forlimpopoli e residente a Forlì, un passato da socialista ed ex assessore comunale, è stato arrestato venerdì pomeriggio, subito dopo essere uscito dallo studio di un commercialista riminese. Nella busta c’erano 5mila euro, la metà della cifra che aveva chiesto per evitare una verifica fiscale a un cliente del professionista. Ora è rinchiuso in una cella dei ‘Casetti’ con l’accusa di concussione, mentre al suo ufficio sono stati messi i sigilli. (…) 
I militari, coordinati dal sostituto procuratore Davide Ercolani, preparano la trappola: suggeriscono al professionista di accettare l’offerta per 5mila euro e di dare appuntamento a Marchi nel suo studio riminese. Non prima di averlo riempito di cimici e telecamere. E si arriva a venerdì pomeriggio, giorno fissato per l’incontro. Marchi arriva a Rimini alle 15. Il ‘palcoscenico’ è già stato allestito e le banconote marcate con inchiostro sensibile agli ultravioletti. La scena ripresa dalle telecamere è quella del solito film. Uno che allunga la busta bianca e l’altro che la prende. «Vuole contarli?», chiede il primo. Marchi dà una rapida occhiata all’interno: «No, mi fido». Il funzionario esce dallo studio e si avvia con aria soddisfatta al bar vicino, quando si sente chiamare.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy