Rimini. Pesta a sangue per due anni la ragazza. Finisce in manette noto imprenditore

Aveva colpito con calci in pancia e alla schiena anche una ex che si era riufiutata di abortire.

ENRICO CHIAVEGATTI – Maltrattamenti in famiglia. Questo il reato contestato dal sostituto procuratore Davide Ercolani che martedì pomeriggio ha spalancato le porte del carcere dei Casetti ad un imprenditore del mondo della notte, legato ad una influente famiglia riminese (omettiamo il nome per tutelare l’identità della vittima). A notificare il provvedimento firmato dal Gip Vinicio Cantarini il personale della seconda sezione della Squadra mobile della Questura. E’ stato grazie al loro meticoloso lavoro d’intesa con il Gruppo fasce deboli della Procura, infatti, che a donna si spera, riesca ad uscire definitivamente dall’incubo. (…)

Articolo tratto da Il Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy