Rimini. Questura, prevenzione e controllo del territorio: “identificazioni a tappeto”

“Continua senza sosta l’attività di prevenzione e controllo del territorio da parte della Questura di Rimini”.

Lo afferma la stessa Questura che in una nota precisa come “Negli ultimi tre giorni sono stati intensificati i controlli nel centro cittadino, organizzando servizi straordinari di controllo del territorio volti a rafforzare l’attività di prevenzione e repressione dei reati. Il servizio ha visto la partecipazione sinergica delle Volanti della Questura, del Reparto Prevenzione Crimine e dell’Unità Cinofila della Questura di Bologna”.

L’attività straordinaria di controllo, si legge nella nota, “si è concentrata in zone più volte segnalate da residenti e cittadini come aree di degrado ad alta densità criminale. A seguito di queste segnalazioni l’attività di prevenzione e controllo del territorio è stata rafforzata, concentrandosi nelle zone della Stazione Centrale, di Miramare e del Mercato Centrale Coperto. Nella zona di Miramare le aree attenzionate sono stati i parchi cittadini, in particolare “Parco Murri”, “Parco Sandro Pertini” e il parco adiacente Fiabilandia. Inoltre, sono stati effettuati controlli avventori presso bar della zona”.

La Questura spiega che, “con l’ausilio dell’unità cinofila è stato effettuato un controllo avventori presso un hotel di Rimini sud, un controllo nel “Parco 25 aprile” e in uno stabile abbandonato nonché nel piazzale della Stazione.
L’attività degli ultimi tre giorni si è conclusa con 3 arrestati, 12 persone denunciate all’autorità giudiziaria, 251 identificati, di cui 107 con precedenti, e 49 veicoli.
Servizi mirati di controllo del territorio continueranno nelle prossime settimane e sarà concentrata nelle zone più critiche della città”.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy