Rimini. Ruba la carta a un imprenditore e compra sigarette e caramelle

Il negoziante non ha avuto il minimo sospetto anche se l’intestatario era italiano e l’utilizzatore uno straniero.

La domanda. Doverosa. Possibile che un commerciante non si accorga delle “discrepanza” tra il nome impresso sulla carta ricevuta per il pagamento e i “lineamenti” di chi l’ha appena utilizzata? Evidentemente sì se è vero che il legittimo proprietario, uno dei più noti imprenditori riminesi, non è stato avvertito dal negoziante del furto subito ma si è accorto della sparizione della propria carta quando ha ricevuto sul proprio cellulare l’Sms che avvertiva dell’avvenuto utilizzo. (…)

Tratto dal Corriere Romagna

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy