Rimini, si è ucciso in carcere il 37enne arrestato per possesso di materiale pedopornografico

Il 16 aprile era stato arrestato nella sua abitazione per possesso di materiale pedopornografico: immagini, filmati hard, anche di bambine molto piccole, erano state trovate sul suo pc, in un’inchiesta partita dalla Procura di Trento.
Il giovane operaio riminese, 37 anni, era stato messo in carcere ai Casetti di Rimini in una cella che occupava da solo dove ieri pomeriggio, intorno alle 17, come scrive il Resto del Carlino, si è impiccato.
E’ stata disposta l’autopsia.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy