Rimini. Tentò di stuprare sul balcone una 19enne, condannato a 4 anni e 2 mesi

Coltello tra i denti, tentò di stuprare sul balcone di casa una 19enne. Cocainomane cronico, ora in comunità, con un precedente specifico del 2017: è stato condannato a 4 anni e 2 mesi

ENRICO CHIAVEGATTI – Esattamente un anno fa, la mattina del 26 maggio, stringendo un coltello tra i denti, dopo essere ere riuscita a trascinarla in casa con una scusa, aveva cercato di stuprare una ragazza di 19 anni sfuggita per miracolo alla violenza. Ieri mattina il 40enne cocainomane cronico, con rito abbreviato, è stato condannato a 4 anni e 2 mesi di reclusione. L’uomo che era difeso dall’avvocato Flavio Moscat, ha risarcito la vittima costituitasi parte civile con l’avvocato Veronica Magnani e da molti mesi vive agli arresti domiciliari in una comunità di recupero fuori regione dove sta seguendo un percorso di disintossicazione e ha iniziato a frequentare anche un corso in un centro anti violenza. (…)

In carcere era così finito per violenza sessuale aggravata e lesioni personali aggravate. Casetti, come detto, che lui conosceva di già. Nel 2017, infatti, era stato arrestato sempre per violenza sessuale. Anche in quella circostanza la vittima era una ragazzina poco più che maggiorenne che aveva cercato di stuprare nel retro della piadineria dove lavorava. 

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy