Rimini. Vicenda cuoco gay, ristoratore aggredisce e minaccia troupe de ‘Le Iene’. La Cronaca NQNews

La Cronaca Nuovo Quotidiano di Rimini: L’imprenditore distrugge la telecamera dell’operatore e poi minaccia di morte, davanti ai carabinieri, l’intervistatore / Ristoratore aggredisce la troupe de “Le Iene” / L’uomo era stato denunciato dal suo cuoco gay per averlo costretto a fare sesso con una prostituta

RIMINI – Minacce, insulti, aggressioni. Il ristoratore, denunciato da un cuoco gay riminese per averlo costretto a fare sesso con una prostituta per verificare la sua virilità, davanti alle telecamere del programma Mediaset “Le Iene” è stato protagonista di una virulenta aggressione a cameraman e intervistatore. Dopo aver strappato di mano dal cineoperatore la telecamera e averla distrutta, l’imprenditore ha poi minacciato, anche di morte, il conduttore che voleva intervistarlo proprio davanti al ristorante. Fino a chiamare i carabinieri e accusare i due de “Le Iene” di importunarlo. Il ristoratore, anche davanti ai militari, ha continuato a minacciare di morte l’intervistatore. E proprio questo aspetto ha scatenato le critiche del conduttore del programma che ha stigmatizzato il comportamento dei carabinieri rei, secondo lui, di essersi limitati ad osservare la scena, senza intervenire in difesa del collega. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy