Bonus psicologo per i giovani di San Marino con disagio, associazione Rinascita Culturale in campo

L’associazione Rinascita Culturale, nel corso dei primi mesi del 2022, ha condotto un’indagine riguardo la figura dello psicologo attraverso la somministrazione di un questionario rivolto a studenti, genitori ed insegnanti.

“Il motivo che ci ha spinto ad effettuare un’indagine sulla figura dello psicologo – spiega in una nota l’associazione presieduta da Sara Marinelli – risiede nell’esplosione delle pre-esistenti complicanze relative al disagio giovanile, o meglio disagio psicologico (ansia, stress, attacchi di panico e altre tipologie di malesseri e comportamenti). Il questionario è stato compilato da più di 160 persone, fornendoci un quadro generale delle considerazioni su maggiori disagi psicologici dei ragazzi, lo stereotipo sulla figura dello psicologo nella società e, infine, ricavare alcune considerazioni e opinioni in merito al nuovo servizio scolastico ‘Spazio d’Ascolto’”.

“Ansia, stress, incertezza e difficoltà di integrazione tra i compagni sono le parole chiave per descrivere questa ondata di disagio che è presente tra i ragazzi in maniera più elevata però rispetto alle classificazioni pre-pandemia”.
Dalle risposte del questionario, “si nota come lo stigma sociale ha origine nei più adulti e dai quali poi viene trasmesso ai ragazzi come conseguenza“.
Il questionario “mette in luce aspetti molto positivi e apprezzati per quanto riguarda lo psicologo scolastico, nonostante ciò, la maggior parte di essi non ne ha ancora usufruito”.

Rinascita Culturale ritiene opportuno puntualizzare che “la nostra è solamente un’indagine e all’interno dell’associazione non sono presenti psicologi di professione, anche in considerazione della giovane età dei nostri membri, ma grazie ai dati raccolti, siamo riusciti a proporre un’Istanza d’Arengo, chiedendo la possibilità di sensibilizzare in maniera efficace (es. mediante campagne comunicative, iniziative) l’utilità e i fini di un percorso psicologico; la possibilità di incentivare il servizio ‘Spazio d’Ascolto’, attraverso incontri organizzati nelle classi, relativi alla conoscenza dei principali disturbi (es. Ptsd, Stress, Ansia, Disturbi Alimentari, Cyberbullismo, Disturbo da Long Covid); la possibilità di creare il bonus psicologico (es. 80 euro mensili) a soggetti (es. under 30) con reddito minore a 9.000 euro annui”.

“Sensibilizzare i cittadini è il primo step per portare una vera e propria rinascita culturale nel Paese”, dice infine l’associazione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy