Ripresa dell’attività dopo la Festa dell’Amicizia

COMUNICATO STAMPA

E’ un PDCS ritrovato e carico di entusiasmo quello che ieri sera ha visto Gruppo Consigliare e Direzione impegnati in una riunione di ripresa dell’attività politica dopo il grande successo della 34°Festa dell’Amicizia.
Un appuntamento quest’ultimo che, per la numerosissima partecipazione che lo ha caratterizzato, ha generato un clima di forte positività, frutto non della casualità ma del concorso di un insieme di elementi, come la ritrovata coesione, la chiarezza del progetto politico capace di costituire un’ alternativa a questa maggioranza, un linguaggio nuovo che la gente ha capito e che ha dimostrato in larga parte di condividere.
Sottolineati con soddisfazione anche gli importanti incontri con autorevoli esponenti del panorama politico italiano e internazionale avuti nel corso della settimana del Meeting a Rimini, come l’On. Formigoni, Presidente della Lombardia e l’On.Mario Mauro, Vicepresidente del Parlamento Europeo, dai quali il PDCS ha ricevuto significati di condivisione e di disponibilità alla collaborazione per la definizione dei contenuti del nuovo progetto politico sul quale si sta intensamente lavorando.
Il Gruppo Consigliare e la Direzione hanno riconfermato la volontà di proseguire, con impegno e decisione, alla creazione di un nuova coalizione organica e coesa che possa rappresentare una valida alternativa a questa maggioranza, non in senso ideologico, ma ideale e programmatico, in quanto si ritiene non sufficiente in questa fase indicare solo il progetto di aggregazione, ma assolutamente indispensabile chiarire i contenuti della proposta politica.
Per questa ragione si è deciso di convocare per la prossima settimana alcuni gruppi di lavoro, allo scopo di definire in tempi brevi alcune schede tecniche sui temi ritenuti di grande interesse per il futuro del nostro Paese, da presentare e discutere all’interno del gruppo di coordinamento costituito insieme ai Popolari Sammarinesi, a Noi Sammarinesi e Alleanza Nazionale.
Ma quello che emerge dall’incontro è un PDCS capace di soffermarsi anche sulle problematiche da tempo in essere all’interno del governo e della maggioranza.
In particolare, in vista dei prossimi impegni consigliari, si è condiviso la necessità di lavorare da un punto di vista tecnico e politico alla formulazione di un progetto economico alternativo alla “Finanziaria” da poter confrontare con tutte le forze politiche, ma soprattutto da presentare alle componenti economiche e sociali del Paese, tale da dare il senso della volontà di un serio confronto politico basato sui contenuti e teso alla ricerca dell’interesse generale, con grande attenzione alle attese e ai bisogni della cittadinanza di fronte ad un Governo in forte difficoltà.
Le contrastanti dichiarazioni di queste ultime settimane di autorevoli esponenti di questa maggioranza, che da una parte parlano di una maggioranza solida e proiettata verso il futuro e dall’altra tentano di giustificare, in maniera grottesca, l’allargamento a soggetti già da tempo “nell’orbita di governo”, non fanno altro che confermare il clima di grande confusione in cui si trova oggi la maggioranza stessa e l’evidente stato di fibrillazione conseguente anche alla decisione del Collegio Garante di ammettere le varie proposte referendarie presentate.
La preoccupazione che è emersa nel corso della serata è che questo governo in forte difficoltà di numeri e di coesione politica, nel medio periodo possa tendere a rinviare le questioni più importanti, magari buttandole all’interno della “legge finanziaria”. per poi contare sul preannunciato allargamento.
Oppure, peggio ancora, che si cerchi di recuperare consenso non con una seria proposta politica o con una responsabile azione di governo, ma con la rincorsa sfrenata al clientelismo, di cui si sono già avuti chiari esempi anche in alcune delibere di questi ultimi mesi, che a breve verranno portate all’attenzione dell’opinione pubblica.
Infine, il Gruppo Consigliare e la Direzione hanno esaminato la richiesta avanzata al PDCS dal Segretario di Stato all’Industria a nome del Governo, di fare a breve un incontro per la definizione della nuova normativa sulle energie rinnovabili, sulla quale da tempo il partito ha presentato una importante proposta legislativa.
In merito a tale richiesta, nonostante le riserve sul comportamento tenuto anche in questa occasione dal Governo, è stata dichiarata la disponibilità all’incontro al fine di poter collaborare, al di fuori degli attuali ruoli politici, su un tema di grande importanza per il futuro di questo Paese.

L’Ufficio Stampa del
Partito Democratico Cristiano Sammarinese


San Marino, 31 agosto 2007

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy