San Marino. 500 potenziali posti di lavoro in meno in sei mesi, Usl: ‘Sterili le azioni del Governo’

SAN MARINO. Promesse, al momento, non mantenute. E una crisi che incalza, senza via di uscita in vista. USL in una nota odierna stigmatizza i ‘numeri’ della crisi, a partire dai 600 posti di lavoro a tempo indeterminato promessi dal Segretario di Stato al Territorio Iro Belluzzi la scorsa estate, grazie a nuovi investitori, un ‘pronostico’ oggi sceso a 100 posti. 

(…) La situazione di crisi assoluta certifica quindi la sterilità delle azioni intraprese dal Governo per cercare di invertire la tendenza: l’efficacia pressoché nulla del “Decreto Sviluppo” in termini di occupazione ed attrattività imprenditoriale; una riforma delle tipologie contrattuali che anziché rilanciare l’occupazione rischia di produrre un importante impoverimento dei lavoratori; una riforma fiscale in cui lo sviluppo era  stato definito proprio dalla nostra organizzazione sindacale il “grande assente” durante le fasi di confronto con il Governo, così come il fallimento totale dell’operazione SMAC, nato come mezzo per agevolare i consumi e trasformato poi, in maniera approssimativa, in strumento di accertamento fiscale. (…)

[Leggi Comunicato]


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy