San Marino. Campagna referendaria per il sì

In occasione del referendum del 20 ottobre 2013 nel quale si chiederà alla cittadinanza di esprimersi in merito alla richiesta di adesione all’Unione Europea, il Movimento Civico 10, il Partito dei Socialisti e dei Democratici, il Partito Socialista Sammarinese, Movimento per San Marino, Sinistra Unita e Unione per la Repubblica, hanno deciso di coordinare la propria campagna referendaria per spiegare alla cittadinanza le ragioni del Sì, un Si trasversale, indipendente dalla collocazione politica di questi partiti, in parte esponenti di maggioranza e in parte di opposizione.

Votare SÌ al Referendum, prima di tutto, non significa votare SÌ all’adesione all’Unione Europea. Con il SÌ al Referendum si chiede più semplicemente che San Marino si candidi all’ingresso nell’Unione Europea. Ciò permetterebbe l’apertura di una trattativa senza la quale non è possibile conoscere i vantaggi e gli svantaggi di una possibile adesione. Infatti, è solo alla fine della trattativa, ovvero quando si potrà disporre di elementi concreti e valutabili, che i Sammarinesi saranno chiamati, attraverso un nuovo Referendum, a decidere in modo consapevole se aderire o restare fuori.  Non ci sono dunque delle vere ragioni per votare in modo diverso.

Anche chi ha delle posizioni di dubbio o contrarietà verso l’Unione Europea può comunque votare SÌ a quella che al momento va considerata solo come un’opportunità di conoscenza e di riflessione.

I partiti del Sì vogliono sottolineare, inoltre, che il SÌ non pregiudica in alcun modo i percorsi di integrazione già avviati, ma è anzi un modo per sostenerli e riconfermarli, sicuramente capitalizzando quanto già fatto ma anche affermando un desiderio tutto sammarinese di identificare la soluzione più idonea per il nostro Paese in un’ottica di integrazione. Il NO, al contrario, lancerebbe un pessimo segnale alle Istituzioni dell’Unione Europea, che potrebbero interpretarlo come la volontà della cittadinanza sammarinese di rimanere in una posizione di non trasparenza e terzietà.

L’impegno delle forze politiche sostenitrici del Sì sarà teso quindi a chiarire che le preoccupazioni a cui si cercherà di dare risposta non riguardano il referendum del 20 Ottobre che è solo rivolto alla presentazione della domanda di adesione. Ciò che si cercherà di chiarire saranno invece i possibili scenari che qualcuno sostiene si potrebbero verificare una volta entrati in Unione Europea, volendoli affrontare fin da ora per non lasciare campo libero a delle contro verità.

Proprio per questo, in merito alla possibilità che San Marino, una volta entrato nell’UE, diventi oggetto di ondate immigratorie, si specifica che in fase di trattativa sarà possibile chiedere una specifica deroga in considerazione delle ridotte dimensione territoriali di San Marino.

Deroga che potrebbe venire accordata così come già accaduto in altri Paesi.

Per quel che riguarda la Sovranità di San Marino, che per qualcuno potrebbe essere indebolita una volta entrati nell’Unione Europea, sosteniamo il contrario, e che la sovranità non è un qualcosa che ci si auto-riconosce, ma che sono gli altri a riconoscere. Per giunta, entrare a far parte di una comunità di livello internazionale, libera e democratica, protagonista mondiale, vorrebbe dire riconfermarla a livello più alto, difenderla e rinnovarla.

Infine chiariremo che San Marino, già adesso è obbligato a recepire forzatamente e senza possibilità di discuterli, molti dei regolamenti dell’UE per garantire l’accesso ai mercati esteri ai suoi operatori economici.

Dopo la serata inaugurale della campagna referendaria, svoltasi venerdì scorso, organizzata dal comitato promotore per il Si, Cittadinanza attiva, la coalizione composta da Sinistra Unita e Movimento Civico 10,  lunedì 7 ottobre  organizza un incontro pubblico presso la sala polivalente di Murata alle ore 21.00, per rendere chiare e motivare a tutti coloro che vorranno essere presenti le proprie ragioni del “si” al referendum sull’Europa.

Invitiamo tutti a partecipare.

C10, Psd, Pss, Psm, Su, Upr.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy