San Marino. Caso Tomasetti-Carta. E il segreto…? Marino Cecchetti su L’Informazione

L’Informazione di San Marino. Tomasetti-Carta. E il segreto…?

MARINO CECCHETTI – Catia Tomasetti, Presidente di Banca Centrale (Bcsm), è andata a riferire, sul sistema finanziario sammarinese, al generale Luciano Carta dei Servizi Segreti Italiani.

E il segreto d’ufficio?

Il Paese ha saputo dell’incontro dagli articoli di Antonio Fabbri, subito bersaglio – un fuoco di fila – di  tutti gli esposti possibili e immaginabili, sparati da Bcsm. Fabbri ha operato correttamente nell’ambito dell’esercizio della sua professione, ha riconosciuto l’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali.

Bcsm è sempre stata rigidissima nel tutelare il segreto d’ufficio. A un giornalista che  chiese le date di inizio e fine servizio di un funzionario di Bcsm, fu risposto che non si poteva “fornire tali informazioni” perché “coperte dal segreto d’ufficio”. I segretari di Stato alle Finanze Simone Celli ed Eva Guidi non diedero esecuzione alla istanza d’arengo  sulla pubblicazione degli “atti che definiscono le modalità di fusione, l’accorpamento delle attività e l’assorbimento dei debiti di Banca del Titano, Credito Sammarinese, Banca Commerciale Sammarinese, Euro Commercial Bank, Asset Banca”, perché Bcsm entrambe le volte oppose il segreto d’ufficio  e gli atti non li fornì.

Dentro Bcsm c’è il “Servizio Internal Audit” a vigilare sul “corretto utilizzo delle informazioni disponibili nelle diverse attività” in cui la struttura è articolata, direzione e presidenza comprese. E da una posizione di forza: per “i principi di indipendenza cui deve ispirarsi è stato posto al di fuori delle ordinarie linee gerarchiche ed è in staff al Consiglio Direttivo”. Eppure non sappiamo se e quando si occuperà dell’incontro Tomasetti-Carta che, a noi profani, parrebbe di per sé una violazione del segreto d’ufficio. E così sfacciata da sembrare provocatoria.

 

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 22

 

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy