San Marino. Catia Tomasetti si distingua dai suoi predecessori, Marino Cecchetti

L’Informazione di San Marino. Fuori le carte sui “signori” delle banche

Marino Cecchetti

Non sono emerse rilevanze sotto il profilo penale circa la consulenza a firma della presidente di Banca Centrale (Bcsm) Catia Tomasetti di Rimini a favore di Sandro Gozi di Sogliano, ex onorevole italiano ed ora francese, esperto di cose europee. Tempistica da Speedy Gonzales nell’assegnazione. Tanto che sfuggì che Gozi era già noto alle cronache sammarinesi, come poi ricorderà l’ex magistrato Luigi De Magistris, ora sindaco di Napoli.

Gozi dopo l’incarico della Tomasetti ebbe inciampi clamorosi in Francia e a Malta. I due Stati, all’insaputa l’uno dall’altro, avevano assegnato a Gozi un incarico analogo a quello Bcsm. Francia e Malta glielo hanno revocato. Bcsm? Bcsm non è nata sotto una buona stella. È incappata subito in una tangente già per la sede. Cioè prima ancora di andarci in Via del Voltone. Poi ha offerto per anni collaterale assistenza a quei del Conto Mazzini ed in particolare ai ‘signori’ delle banche che hanno attinto a man bassa dallo Stato fino a crearci un debito pubblico insostenibile.

Bcsm ha sempre tenute celate le carte sui “signori” delle banche in accordo coi vari politici che si sono succeduti alla segreteria delle Finanze, adducendo l’obbligo della riservatezza imposto – andava sostenendo – dal suo stesso Statuto, legge dello Stato. Ebbene da mercoledì della scorsa settimana tale obbligo non c’è più. È stato eliminato dall’art. 3 (Interpretazione autentica delle disposizioni in materia di segreto d’ufficio e funzioni di Banca Centrale) della legge 113/2020 (Variazione bilancio 2020).

La Tomasetti, dunque, tirando fuori le carte sui “signori” delle banche può, all’interno, distinguersi dai suoi predecessori.  Per l’esterno? Aspettiamo anzitutto il ‘memorandum’ d’intesa con Bankitalia promessoci da Via del Voltone fin dal 26 novembre 2009.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy