Anche un ricercatore di San Marino coinvolto nel progetto della sonda Dart della NASA

Il ricercatore sammarinese, Igor Gai, ha contribuito per l’Università di Bologna alla missione LiciaCube, minisatellite italiano che, trasportato all’interno della sonda Dart, si è staccato prima dell’impatto per documentare l’intero evento.

Una missione della Nasa ha spedito nello spazio profondo una sonda chiamata “Dart”. Il suo obiettivo, quello di colpire l’asteroide Dimorphos per deviarne la traiettoria.

Si tratta del primo esperimento su un oggetto lontano 3 milioni di chilometri dalla Terra, che potrebbe consentire di proteggere il pianeta da eventuali asteroidi pericolosi.

All’interno della sonda Dart era presente un minisatellite tutto italiano che, staccatosi prima dell’impatto, aveva lo scopo di riprendere le fasi finali dell’operazione.

La missione è andata a buon fine e le immagini sono arrivate regolarmente sulla Terra.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy