San Marino. Consiglio: protagonista il ‘Conto Mazzini’. L’Informazione di San Marino

L’Informazione di San Marino: Conto Mazzini. Lonfernini: “Pulizia etnica contro di me”. Roberto Ciavatta: “dimettetevi”

In Consiglio gran parte della discussione di ieri ha riguardato la vicenda del conto Mazzini. Un segnale forte di chiarezza è stato domandato dai gruppi consiliari Civico10, Sinistra Unita e Rete i quali hanno chiesto, tramite un ordine del giorno, che sia istituita una commissione di inchiesta allo scopo di individuare le responsabilità politiche legate a varie vicende: il caso del Conto Mazzini, il caso Amphora-Smi, l’indagine Varano-Cassa di Risparmio, il caso Fil Rouge, l’indagine Criminal Minds, il caso Chalet con l’annesso bonifico effettuato in regime di blocco dei pagamenti e la questione Sopaf-Cassa di Risparmio.

(…) Giovanni Lonfernini, Upr: “L’azione di pulizia etnica, ordinata contro di me e l’Upr era per qualcuno un obiettivo irrinunciabile. […] Marco Gatti mi disse che la questione riguardava il libretto “Mazzini”. Vicenda su cui, alcune componenti della sua maggioranza premevano ed avevano una certa sensibilità. (…)  Mi disse che, esaurita la stagione dei congressi, finita con quello democristiano, la “bomba Mazzini” sarebbe esplosa.  (…)

Roberto Ciavatta, Rete: “Qualche mese fa abbiamo chiesto le dimissioni di Marco Gatti, nonostante non ci fosse un avviso di garanzia. Avrebbero dato la possibilità di fare maggiore chiarezza e per le istituzioni di non essere intaccate sulla credibilità. In continuità con quanto fatto chiediamo alle persone i cui nomi sono emersi di dimettersi da consiglieri. (…)

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy