San Marino. Csu: “Decreto Pa, il confronto deve esserci prima e non quando tutto è stato deciso”

Csu: “Decreto Pa, il confronto deve esserci prima e non quando tutto è stato deciso”

La Csu non esita a parlare di “emergenza democratica” e di “metodo decisionista e unilaterale del Governo” all’indomani del Decreto 213 che apporta numerose modifiche a struttura e l’organizzazione della Pubblica Amministrazione. Il sindacato non comprende “l’urgenza di emettere un Decreto proprio alla fine dell’anno senza nemmeno avviare un confronto degno di questo nome; alcuni interventi erano stati solo parzialmente enunciati, e non si è mai ragionato
entrando nei dettagli, men che meno si è lavorato su una bozza!” Sottolinea poi che solo “dopo
che è stato emesso il provvedimento, è stata convocata una riunione per discutere delle modifiche apportate. Sono interventi che cambiano la struttura e l’organizzazione della P.A. di diversi Uffici chemoperano già oggi in difficoltà. In particolare prevedono: l’accorpamento della Segreteria
Istituzionale e della Segreteria Esecutiva (…)

Articolo tratto da L’informazione

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy