San Marino. Don Mangiarotti critica “Ex Corpore _Ostensio” di Valerio Conti

Don Mangiarotti si scaglia contro l’artista sammarinese Valerio Conti e la sua opera “Ex Corpore _Ostensio”.

“Ex Corpore _Ostensio”, per chi non lo sapesse, è l’opera d’arte pubblica con cui Valerio Conti prende parte a “Mediterranea19”: è diffusa sul territorio di San Marino, in particolare ai lati della Superstrada, e consiste in rappresentazioni affisse, estratte da video omo-erotici, normalmente esperiti attraverso l’intimità di uno schermo.

Tramite un processo di ingrandimento e astrazione, perdono la relazione con il referente semantico, lasciando intravedere solo l’indice di un contatto o porzioni di corpo indistinte – riporta una nota della segreteria di Stato per la Cultura risalente al 30 aprile scorso -. Questi frammenti stampati su grande formato, diffusi lungo l’arteria stradale, formano un corpo collettivo che nel tempo si imprime nella memoria inconscia del luogo. L’intensità della presenza dei manifesti e la posizione delle immagini varia ogni mese, dando così la possibilità al corpo di assumere una forma liquida, sincopata e in divenire”.

Un’opera artistica, quella di Conti, che è stata sì apprezzata da molti cittadini sammarinesi e appassionati di arte in generale ma che ha anche lasciato sbigottiti e fatto infuriare altri, compreso don Gabriele Mangiarotti: “Ci si sarebbe aspettati che lo sconcerto dopo la visione della prima serie di immagini avesse posto un freno a tale scempio – scrive in un comunicato -. Così l’intendimento iniziale è proseguito senza soluzione di continuità e in questi giorni nuove immagini hanno preso il posto delle prime. Non credo che ci voglia molta capacità critica per dissentire da questa provocazione, che di bello ha ben poco e che sembra piuttosto avere come unico progetto la trasgressione“.

“Molti sammarinesi non hanno proprio capito il senso di questi manifesti e molti altri sono rimasti esterrefatti. Il cuore dei sammarinesi non è rappresentato da chi crede che i diritti siano solo per la perversione o per la eliminazione di chi è debole e indifeso. Il cuore dei sammarinesi non è rappresentato da chi in nome della libertà propria cancella e violenta la coscienza di chi è indifeso. Il cuore dei sammarinesi non è rappresentato da chi propone visioni che tradiscono la storia di cui il popolo stesso è sostanziato. Il cuore dei sammarinesi è caratterizzato dalla ospitalità, dalla ‘carità senza frontiere’, dalla ‘accoglienza della vita’, dal rispetto per tutti coloro che hanno bisogno di essere amati ed abbracciati, nella libertà e nella chiarezza di una proposta che non si trincera dietro il danaro pubblico per sostenere progetti che anche il solo buon senso e il buon gusto saprebbero rigettare”, manda a dire don Mangiarotti.

Leggi il testo integrale del nuovo intervento di don Mangiarotti

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy