San Marino e lo scandalo degli autonoleggi. Evasione monofase

Il settore delle auto nella Repubblica di San Marino ha prodotto scandali su scandali –  anche per la continguità con la malavita   –   nonostante che i politici  di turno di volta in volta si siano affannati ad assicurare che quanto successo prima del loro arrivo non si sarebbe più verificato.

Si legge oggi su La Tribuna Sammarinese:  Il suo salone d’auto ha un giro milionario, ma lui fa sparire i libri contabili: condannato

Nel 2006 aveva dichiarato più o meno un milione di euro. Poi, negli anni successivi, zero. L’italiano Mauro Cestari, che aveva aperto il suo autosalone (oggi chiuso) a Dogana, è stato condannato mercoledì dal giudice Roberto Battaglino a due anni e mezzo e a tre anni di interdizione dal commercio per aver fatto ‘sparire’ le scritture contabili (sempre che siano mai esistite) della sua società. Che, fra i debiti accumulati, deve 160mila euro di monofase mai versati allo Stato

Si ricorda che lo Stato sammarinese proprio mentre sta imponendo tasse su tasse per far fronte alla emergenza economica trascura di incassare quanto dovrebbe ad esempio con la monofase e non rende conto ai cittadini di come spende le somme investite ad esempio pubblicando l’elenco dei beneficiari del  Prestito
Agevolato Straordinario
   per fronteggiare la crisi.

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI

OGGI

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy