San Marino. Elio Germano al Teatro Titano con “Segnale dall’allarme”

Venerdì 28 gennaio 2022 alle ore 21 al Teatro Titano nell’ambito della Stagione Teatrale di San Marino Teatro, un particolarissimo appuntamento: Elio Germano ideatore, regista ed interprete de Segnale d’allarme – La mia battaglia VR.

Segnale d’allarme è la trasposizione in realtà virtuale di La mia Battaglia, spettacolo tratto dalla traduzione italiana di Mein Kampf di Adolf Hitler di cui Elio Germano era attore unico e regista. Scritto a quattro mani con Chiara Lagani, è un VR movie nato dalla collaborazione con Omar Rashid (co-regista del film) ed il progetto multimediale Gold, di cui Rashid è fondatore.
Usando le potenzialità della Virtual Reality viene messo in scena un esperimento nel quale Germano ipnotizza i suoi spettatori, quasi li manipola, con lo scopo di trasmettere quel segnale d’allarme da cui prende il nome lo spettacolo VR stesso.
L’esperienza permette allo spettatore, attraverso i visori, di rivivere la pièce teatrale dalla prima fila immergendosi completamente fino a confondere immaginario e reale.
E in quei visori vediamo l’attore-mattatore – interpretato da Elio Germano ripreso da sei obiettivi – intento in un monologo serrato che diventa presto un crescendo di slogan politici sul senso di comunità, sul- la meritocrazia, sulla sicurezza e, più avanti, sulla xenofobia e la purezza della razza. Un soliloquio che parte dalla democrazia, dal valore dell’autorità e della responsabilità e termina in un proclama idealista, futurista e dichiaratamente nazista.
Con appelli appassionanti e affondi lirici deliranti, l’attore trascinerà l’uditorio in un crescendo pirotecnico fino a condurlo a una terribile conseguenza finale. Una manipolazione del pubblico che porta con sé lo spettro di un pericoloso assolutismo.
Un monologo che porta a riflettere e a porsi domande su vari temi: il consenso, il libero pensiero, l’affabulazione, la dittatura attraverso una feroce e allucinata narrazione in cui un attore, o forse un comico, ipnotizzatore non dichiarato, manipola gli spettatori in un crescendo di autocompiacimento, fino a giungere, al termine del suo show, a una drammatica imprevedibile svolta. Portatore di un muto volere collettivo diffuso nell’aria, l’artista da figura autorevole si farà a poco a poco sempre più autoritario, evocando lo spettro di un estremismo di ritorno travestito da semplice buon senso.

I posti sono limitati. Ai partecipanti sarà fornito un visore da indossare per fruire dello spettacolo.
I biglietti saranno in vendita on line sul sito www.sanmarinoteatro.sm, oppure alla biglietteria del Teatro Titano dalle 17.00 del il giorno dello spettacolo fino alle 21.
I posti saranno alternati e l’ingresso al teatro è consentito esclusivamente con mascherina FFP2.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy