San Marino. Emerge un Fantini tutto d’un pezzo anche dalle deposizioni a Forli’

Le deposizioni dei vertici della Repubblica di San Marino davanti al pm Fabio di Vizio di Forlì, come riportate dalla stampa locale (Corriere Romagna San Marino e La Voce Romagna San Marino  e dalla stampa nazionale italiana (IlSole24Ore), finora si sono rivelate devastanti anzitutto per il Paese ed in secondo luogo per le persone che le hanno rilasciate, non  certo per Mario Fantini, contro il quale in gran  parte erano indirizzate.

Oggi Roberto Galullo di IlSole24Ore titola su il suo blog ‘Guardie o ladri’: Sopaf-Delta/ 5 Gatti ai pm di Forlì: “Non c’è la consapevolezza che a San Marino il sistema è finito

Da evidenziare  l’affermazione:  Fantini era convinto che lo Stato sammarinese dovesse
intervenire a favore della Cassa di Risparmio di San Marino e prendere delle
posizioni pubbliche a favore della stessa. Non ci hanno mai chiesto di
intercedere in maniera diversa

Forse il plurale perché  l’affermazione dovrebbe riferirsi oltre che a Fantini anche al Presidente Gilberto Ghiotti (il presunto autore del memoriale). 

 Insomma, ad esempio,  la responsabilità di  quei 15milioni
di euro
di  sovrapprezzo pagati a Sopaf   non può essere in nessun modo riconducibile a Fantini e Ghiotti, i quali da subito si sono rivolti invece allo Stato sammarinese perché  i politici si schierassero – invece hanno fatto tutt’altro –  a fianco della Cassa di Risparmio nella difesa di Delta, il maggior investimento di tutti i tempi fatto da un ente come Carisp San Marino, un bene collettivo della comunità sammarinese. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy