San Marino. Il 2017 è andato così. Il Resto del Carlino

Il Resto del Carlino

Fatti e personaggi del 2017

Conto Mazzini, Asset e scommesse L’anno che ha sconvolto il Titano
Tra i fatti del 2017 anche il terremoto ai vertici di Banca Centrale

LA SENTENZA del maxi processo ‘Conto Mazzini’, l’ennesima bufera su Banca Centrale, la tempesta che ha colpito il calcio sammarinese tra scommesse e combine, ma anche il grande spettacolo dei Giochi dei Piccoli Stati. E’ stato un anno intenso, a tratti complicato, per San Marino.
5 gennaio. Un fulmine colpisce la Prima Torre danneggiando gli impianti elettrici e causando un principio di incendio. La torre Guaita resterà chiusa al pubblico per mesi e tornerà ad essere visitata dai turisti soltanto ad aprile.
6 aprile. Il calcioscommesse colpisce anche San Marino. La Polizia Civile al campo di Montecchio perquisisce automobili dei giocatori e telefoni cellulari. Nel mirino del magistrato la partita Virtus-San Giovanni di Coppa Titano, giocata a marzo e finita 0-1. Ne seguiranno arresti, deferimenti e squalifiche.
26 maggio. Tragedia a Galazzano: due persone sono morte, un uomo di 60 anni e la sua compagna di 48. L’uomo, un falegname sammarinese, si è ucciso nel capannone della propria ditta. La donna, 48 anni, ha chiamato i soccorsi, allertando 118 e forze dell’ordine. Poi ha tentato di liberare il compagno dal cappio, invano. All’arrivo dei gendarmi, la donna ha dato in escandescenze e si è improvvisamente impossessata della pistola di un militare delle Gardie di Rocca sammarinesi, per poi spararsi al petto, morendo sul colpo.
29 maggio. Si apre ufficialmente la 17esima edizione dei Giochi dei Piccoli Stati organizzata da San Marino. Ben 894 atleti, 5 giorni di gare, 13 discipline, oltre 300 medaglie da assegnare. Oltre 6mila persone all’inaugurazione al San Marino Stadium.
13 giugno. Ultima fermata per Asset Banca: Banca Centrale ha avviato la liquidazione coatta amministrativa dell’istituto già commissariato. Nei mesi successivi sono diverse le manifestazioni di piazza degli ex correntisti che per mesi si vedono i propri conti bloccati.
18 giugno. Tragedia al Rally Rose’n Bowl. La 112 abarth, pilotata da Alessandro Pepe, dopo un dosso “cieco” ad alta velocità, ha perso aderenza ed è andata fuori controllo schiantandosi contro un muro. L’impatto è stato violentissimo, il pilota è stato trasportato all’ospedale di Cailungo dove i sanitari hanno fatto tutto il possibile per salvarlo ma non c’è stato niente da fare.
29 giugno. Tutti condannati in primo grado i principali imputati del processo ‘Conto Mazzini’. Un verdetto che, di fatto, condanna gran parte di una classe politica che negli anni 2000 ha avuto un ruolo di primo piano sul Titano. Tra i politici, la condanna più pesante, è per Claudio Podeschi: otto anni.
26 settembre. Dopo il licenziamento del direttore generale Lorenzo Savorelli avvenuto un mese prima, arrivano le dimissioni del presidente di Banca Centrale Wafik Grais.

+++

Alla fine di maggio l’attaccante della Virts Armando Aruci viene arrestato fuori dallo stadio di Serravalle nell’ambito dell’indagine sul calcio scommesse. Al centro gli ex vertici di Bcsm Lorenzo Savorelli e Wafik Grais. A destra i Giochi dei Piccoli Stati di San Marino
+++
La tragfedia di Galazzano. Il 26 maggio un falegname di 60 anni si uccide nella sua azienda: la compagna si toglie la vita sparandosi con la pistola di un gendarme
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy