San Marino. Le statue romane di Fiorentino

Gli abbagli archeologici sono spesso dietro l’angolo o sotto casa.

Per lungo tempo si è pensato che il territorio di San Marino fosse piuttosto povero in termini di reperti e siti archeologici. Fece eccezione il ritrovamento di fine Ottocento in località Lagucci di Domagnano di un corredo sepolcrale in oro e pietre preziose del VI secolo d.C., oggi noto come il Tesoro dei Goti. Che è un vanto internazionale, oggi, per San Marino ma che purtroppo finì disperso, allora, in varie parti del mondo. A parte questo, nei decenni successivi, ben poco era emerso dal suolo del Titano. Ma a partire dai primi anni Novanta una nouvelle vague di appassionati di archeologia ha rinvenuto alcuni siti romani rilevatisi di grande importanza storica. (…)

Articolo tratto da L’informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy