San Marino. “Let me be”, la danza contemporanea sul palco del Titano

“Venerdì 21 gennaio 2022 alle ore 21, al Teatro Titano, in scena Let me be, creato e interpretato dai danzatori Giuseppe Comuniello e Camilla Guarino, un appuntamento   nell’ambito del circuito E’BAL, Palcoscenici per la danza contemporanea”.

Ne danno notizia gli Istituti Culturali, aggiungendo: “Giuseppe Comuniello si è formato con il coreografo Virgilio Sieni col il quale lavora ancora oggi ed è interprete in produzioni del Balletto Civile, Alessandro Schiattarella, Emanuel Gat e altri. Conduce laboratori sul movimento e fa parte dell’associazione Al Di Qua Artists – Alternative Disability Quality Artists, mentre Camilla Guarino si è avvicinata al teatro durante il periodo universitario presso il DAMS Unibo, collaborando poi come tirocinante presso la compagnia Virgilio Sieni per terminare i suoi studi con un master in drammaturgia presso l’Accademia Silvio d’Amico. Autrice, danzatrice e drammaturga si occupa della realizzazione di audiodescrizioni poetiche per la danza”.

Il progetto, precisa la nota, “nasce nel 2019 dall’urgenza di esternare come può svilupparsi la descrizione di uno spettacolo di danza a una persona che non vede. Come arriva l’immagine a Giuseppe? E come Camilla può tradurla e trasmettergliela? Non esistono regole, esiste solo una complicità tra i due maturata nel tempo che permette loro di creare un linguaggio nuovo fatto di parole e movimento, arricchito di volta in volta da nuovi gesti e visioni”.

“Come uno sguardo, come un soffio. Come quando qualcuno ti avvicina con cura una mano vicino alle labbra sporche ma tu capisci e lo precedi. Come quando fai qualcosa che non avresti mai creduto di poter fare e pensi che allora forse è possibile. Forse a volte è possibile vedere la stessa cosa.

Un paesaggio di corpi, luci e storie si apre davanti a infiniti movimenti, interpretazioni, fisicità. Immaginari apparentemente uguali cambiano di volta in volta creando molteplici variazioni e punti di vista. Un piccolo mondo con un suo linguaggio, un pianeta contenitore di energie che esplodono in una rete di relazioni tra l’elemento descritto, chi descrive e chi immagina. Uno sguardo sempre più confuso che mette in discussione chi è che guida la visione dell’altro.”

Gli Istituti Culturali precisano che sono “A disposizione di tutto il pubblico ci saranno delle audioguide che permetteranno la fruizione dell’audiodescrizione poetica live dello spettacolo, accessibile anche a un pubblico non vedente. Il servizio è disponibile fino a esaurimento degli apparecchi.

I biglietti saranno in vendita on line sul sito www.sanmarinoteatro.sm, oppure alla biglietteria del Teatro Titano dalle 17.00 del il giorno dello spettacolo fino alle 21.

Si segnala che ora è possibile acquistare i biglietti per gli spettacoli del mese di gennaio.

I posti saranno alternati e l’ingresso al teatro è consentito esclusivamente con mascherina FFP2″.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy