San Marino. Minacce di morte a Zanotti, presentate denunce

L’informazione di San Marino

Presentate denunce per minacce di morte a Zanotti

Gli sviluppi a seguito dell’articolo di ieri, in relazione a lettere anonime inviate a cariche istituzionali e a vertici delle banche sammarinesi, non si sono fatti attendere. Infatti, le lettere dai contenuti pesanti e preoccupanti, hanno in indirizzo esponenti politici del calibro di Simone Celli, Marco Podeschi, Nicola Renzi, Roberto Giorgetti, Nicola Selva e Giuseppe Maria Morganti e fra quelli bancari spiccano i nomi del presidente di Cassa di Risparmio, Fabio Zanotti e quelli di Roberto Moretti, Direttore Generale di Banca Centrale e di Raffaele Mazzeo, membro del Coordinamento di vigilanza di Banca Centrale. A Zanotti, oltre ad avere rivolto insulti e frasi poco edificanti, l’anonimo scrittore rivolge anche minacce pesanti di morte chiamando in causa anche i suoi familiari.

Il clima di tensione e di odio maturato in questi ultimi mesi, alimentato dalle sterili battaglie politiche condotte dalla opposizione, e probabilmente alla base di questi insani e beceri episodi. Dalle “accuse di Colpo di Stato rivolte a maggioranza e parte del Tribunale, con le frasi scandalose sulla “magistratura deviata” rivolte proprio agli inquirenti del Mazzini, per finire con la lettera a Strasburgo di un Consigliere di opposizione che punta ad insinuare il dubbio che la magistratura sammarinese non sia un potere indipendente, davanti all’intero Consiglio d’Europa” fino ad arrivare ai tentativi di dare una “spallata a questo governo”.

Intanto, dai soggetti inseriti nella lista delle lettere, è stata presentata una denuncia presso le autorità competenti.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy