San Marino. Opposizione condivide appello all’unita’ della Reggenza

L’opposizione raccoglie l’appello all’unità ed al confronto lanciato dagli Ecc.mi Capitani Reggenti, Gabriele Gatti e Matteo Fiorini, in occasione della prima sessione Consiliare del semestre. Ne rifersice l’Agenzia Dire.

Per Pier Marino Mularoni dell’Upr e’ necessario “impostare un nuovo
modello di politica che porti alla collaborazione e alla condivisione di
progetti”, perche’ “l’economia soffre e non si intravede una via
d’uscita. Tanti gli interrogativi cui maggioranza ed esecutivo non danno
risposte, dalle “residue divergenze” con l’Italia, alle azioni per
raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio nel 2013. Intanto
pero’, mette in evidenza il capogruppo Lonfernini, “siamo accerchiati
dalla
Guardia di finanza e la nostra sovranita’ fiscale e’ in
emergenza. Il rischio di default cosi’ cresce di giorno in giorno, senza
che l’esecutivo dia risposte efficaci”.
“Si va avanti a tentativi,
ma manca un progetto” rincara la dose Macina sottolineando come
“l’appello della Reggenza all’unita’ e’ caduto nel vuoto dei banchi di
maggioranza”. E ricordando che “non c’e’ piu’ tempo da perdere: il Paese
ha solo qualche mese di autonomia”.
Serve, conferma il collega
Mauro Chiaruzzi, “un governo di responsabilita’ nazionale dopo una
tregua tra le forze politiche”. Ma anche, fa notare Giuseppe Maria
Morganti, anche lui del Psd, “accendere motori nuovi, in armonia con gli
altri Paesi, ora che finalmente quelli vecchi si sono spenti”.

Leggi Agenzia Dire

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy