San Marino. Referendum, Pdcs: ‘Noi votiamo 4 no’

Il Partito Democratico Cristiano Sammarinese chiude la propria campagna referendaria spiegando brevemente le ragioni per le quali invita la cittadinanza a votare ‘4 No’ ai referendum.

Vuoi il Polo della Moda a San Marino? Vota ‘No’! Se voti NO, verranno confermate la Variante di PRG e la Convenzione, approvate da 45 Consiglieri favorevoli, per fare il Polo della Moda a Rovereta. Un investimento che coinvolgerà oltre 100 negozi all’interno della struttura con l’assunzione, nella I fase, di più di 200 dipendenti, e circa 200 milioni di imposte versate in 10 anni alle casse dello Stato.

Vota ‘No’ alla preferenza unica per i cittadini in territorio e all’estero. Essere passati da 6 a 3 preferenze ha già fortemente limitato le cordate elettorali del passato, garantendo la possibilità di elezione anche ai giovani e alle donne. Confermare le 3 preferenze significa mantenere queste garanzie.

Vuoi servizi di qualità? Servono persone eccellenti. Vota ‘No’ al tetto! Questo referendum non affronta il problema della forbice tra stipendi pubblici e privati, che rimarrà invariata, ma andrà ad incidere su quelle poche persone di eccellenza(25 circa), che ricoprono ruoli strategici negli enti pubblici, tra cui medici, giudici e ispettori della Vigilanza di Banca Centrale.

‘No’ al referendum senza quorum! In un Paese democratico è la maggioranza della cittadinanza a decidere per il Paese. Una ridotta minoranza, non può fare scelte per tutto il Paese. Al contrario, togliere il quorum ai referendum significa che qualunque legge fatta dal Consiglio Grande e Generale potrebbe essere eliminata anche da una stretta cerchia di persone che potranno richiedere un referendum.

Leggi il comunicato PDCS

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy