San Marino, Registro Navale. Lucignano, Gdf, lo tiene in non cale

Il colonnello
Gianfranco Lucignano
,  che non ha avuto remore a denunciare  per corruzione l’ex comandante della Guardia di Finanza di  Rimini, Sergio Serrentino,  e  moglie, con transazioni in banche di San Marino, oggi balza agli onori del Tg2 Rai per il sequestro di imbarcazioni battenti bandiera della Repubblica di San Marino, ma utilizzate da cittadini italiani.

Dopo mesi di studio sulle modifiche apportate al regolamento doganale
comunitario, oggi le fiamme gialle hanno sequestrato 4 yacht di lusso alla
darsena, e denunciato 14 persone. Tra queste anche
Lucio Amati, che si trova già
in carcere, poiché è coinvolta anche la finanziaria
Polis. Le imbarcazioni,
battenti bandiera sammarinese, erano utilizzate da italiani, e secondo la
Finanza sono state indebitamente introdotte per l’immissione in consumo in
Italia, nel territorio doganale della comunità europea senza effettuare il
dovuto pagamento dell’Iva all’importazione
. (Smtv San Marino)

Di fatto, la Guardia di Finanza, non riconosce il Registro Navale di San Marino

Come non riconosce, del resto, di fatto,  il Registro Aeronautico.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy