San Marino. Rete: “Cosa sta succedendo in Afghanistan?”

“Nell’agosto del 2021 l’esercito degli Stati Uniti ha lasciato definitivamente Kabul dopo aver combattuto una lunghissima e crudele guerra. Tutto il mondo è rimasto scioccato dal ritorno dei talebani, dagli omicidi a sangue freddo, dalle immagini dei bambini affamati e delle donne vittime della Shari’a”.

Lo scrive il Movimento Rete in un comunicato.

“Poi è scoppiata la guerra in Ucraina e gli afghani sono rimasti da soli alle prese con i loro antichi demoni.

Cosa sta succedendo in Afghanistan? Negli anni ‘80 c’è stata una cruenta invasione russa, poi il ritorno dei mujaheddin, poi la conquista dei talebani, poi l’arrivo degli americani, quindi il ritorno dei talebani che hanno ripreso il potere mentre il resto del mondo scappava. Si possono fare similitudini, e magari proiezioni, con quanto sta accadendo in Ucraina?

L’Afghanistan è storicamente definito “la tomba degli imperi”. È davvero così? Dai tempi di Alessandro Magno fino alle sfortunate avventure militari dell’Unione Sovietica e degli Stati Uniti, il Paese, pur dilaniato da quattro decenni di guerra pressoché permanente, si è dimostrato inespugnabile o in ultima istanza incontrollabile da parte di attori stranieri che miravano a controllarlo per condizionare gli sviluppi regionali dell’Asia centrale.

Perché le donne sono schiave non solo dei loro uomini, ma addirittura dello Stato e della loro religione? Perché le comunità periferiche sono rimaste ancorate a modi di vivere medievali?

Grazie al contributo di Angela Venturini, porgeremo tutte queste domande a Farhad Bitani, autore insieme al noto giornalista Domenico Quirico, del libro “Addio Kabul”. Farhad sarà ospite di RETE venerdì 3 giugno 2022 per presentare questo suo ultimo lavoro, alle ore 17:30 presso il Bar Galleria, piazzetta Titano (sotto la Cassa di Risparmio). Quindi sarà disponibile per il firma copie.

Farhad è nato in Afghanistan e ha vissuto l’infanzia e l’adolescenza nella guerra, frequentando la scuola coranica. Figlio di un generale dell’esercito dei mujaheddin, ha conosciuto gli agi e la ricchezza delle classi di potere, poi la miseria e la fame dei perseguitati quando il padre è stato fatto prigioniero e poi, fuggito dalle prigioni di Kandahar, era ricercato da Osama Bin Laden e dal mullah Omar.

La vita di Farhad è cambiata quando è arrivato in Italia per studiare all’Accademia militare di Modena per essere quindi avviato alla carriera nell’esercito afghano. Ma in Italia ha conosciuto un “diverso” modo di pensare e di rapportarsi con la religione, che cambierà per sempre la sua vita e il suo sguardo sul mondo.

Tornato a Kabul nel 2011, ha subito un attentato da parte dei talebani dove è rimasto gravemente ferito. Sopravvissuto miracolosamente all’accaduto, ha deciso di lasciare la carriera militare e il suo paese, per cambiare la sua vita. Questo periodo di riflessione darà vita agli appunti e ai racconti che diventeranno il suo primo, vendutissimo, libro “L’ultimo lenzuolo bianco”. E ora questo “Addio Kabul” con Domenico Quirico.

Il libro potrà essere acquistato direttamente alla presentazione, grazie alla collaborazione con la Libreria Cosmo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy