San Marino. Rete: “Di primaria importanza la realizzazione del nuovo ospedale”

“La Commissione Sanità, nella seduta del 25 gennaio, ha udito il Dott. Bevere il quale ha esposto all’aula la propria relazione in cui sono indicate le proposte di intervento per favorire il rilancio strategico delle attività dell’ISS”.

Così scrive in un comunicato, Movimento Rete, che aggiunge: “Una relazione che evidenzia le criticità presenti e delle possibili intenzioni per la loro risoluzione, attuabili solo attraverso una condivisione con tutti gli attori del sistema sanitario.
La sanità deve essere sostenuta e tutelata perché riguarda tutti noi, per questo è necessaria una nuova visione che consenta di mantenere e ripristinare un alto livello delle prestazioni erogate, un istituto capace di stare al passo coi tempi, proiettata verso il futuro attraverso una gestione manageriale”.

Rete aggiunge: “Quando si parla di gestione manageriale non si intende privatizzazione, ma il saper gestire in maniera oculata quello che dovrà essere un nuovo modello sanitario, innovativo, all’avanguardia, che punti alla digitalizzazione dei servizi, alla telemedicina e all’assistenza territoriale su misura degli assistiti.
Mantenere e tutelare l’universalità delle cure, il nostro welfare pubblico e gratuito è possibile anche e soprattutto attraverso una migliore gestione delle risorse”.

Nella relazione, spiega il partito di maggioranza “vengono evidenziate le grandi opportunità che l’ISS potrebbe avere agendo attraverso un programma operativo che possa annualmente verificare i risultati ottenuti sulla base delle linee guida del Piano Sanitario e Socio Sanitario.
Il tutto deve partire da una gestione dei dati centralizzata (perché ad oggi ci sono ma sono disgregati e frammentati tra loro) e da un controllo di gestione che possa garantire la sostenibilità economica dell’intero sistema sanitario”.

Rilevante, aggiunge Rete, “sarà avviare un’indagine epidemiologica e statistica che possa dare una chiara fotografia dell’attuale situazione, permettendo così di indirizzare al meglio le future scelte di politica sanitaria collettiva. In quest’ottica la realizzazione di un nuovo Ospedale, capace di soddisfare i bisogni della cittadinanza, offrire servizi di qualità e garantire la sostenibilità dell’intero sistema, è di primaria importanza.
L’ospedale deve essere una struttura al servizio della cittadinanza e per la cittadinanza, struttura che da tempo non risponde più agli standard qualitativi impedendo tra l’altro l’implementazione e lo sviluppo di possibili prestazioni all’interno della struttura.
Le parole chiave dunque devono essere: pianificazione e programmazione, controllo e gestione dei dati, formazione e ottimizzazione delle risorse sia economiche che operative, innovazione e lungimiranza.
Tutti concetti che ritroviamo all’interno della relazione del Dott. Bevere, a cui rinnoviamo la nostra piena disponibilità a collaborare affinché si possa dare un nuovo impulso e rilanciare il nostro sistema sanitario, sganciandolo una volta per tutte dagli interessi personalistici della politica”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy