San Marino. Ricorsi alla CEDU, il caso della signora G.M.M.C.

Ricorsi alla CEDU, il caso della sig.ra G.M.M.C.

“Visti gli ultimi articoli apparsi sulla stampa sui rimborsi milionari che lo Stato potrebbe pagare a seguito dei numerosi ricorsi in CEDU – scrive  l’Avv.Marino Federico Fattori -, la sig.ra G.M.M.C., mio tramite, intende nuovamente portare all’attenzione dell’opinione pubblica il suo caso, anch’esso in CEDU e che potrebbe fare lievitare di molto i rimborsi che San Marino sarebbe tenuto a pagare, considerando che la perizia redatta per quantificare il danno patrimoniale e non patrimoniale da lei subito ammontava ad Euro 7,5 milioni nel 2018 e che oggi, in considerazione del notevole aggravamento psico fisico della signora è considerevolmente aumentato.

Si ricordano i punti salienti del caso tutt’ora irrisolto:

  • la perizia è stata consegnata al Governo di San Marino dal precedente Ambasciatore della Repubblica Italiana Dott.Guido Cerboni;
  • le mancate risposte del Governo alle numerose proposte transattive avanzate nonché la mancata risposta del Governo alla CEDU e al suo rappresentante avanti la Corte Avv.Daniele;
  • la vicenda dei Bollettini Ufficiali di BCSM relativi alla liquidazione coatta amministrativa di Asset Banca SpA, ancora non chiarita da BCSM nonostante i solleciti anche da parte Istituzionale  italiana a partire dal 2018;
  • lo Stato sta intrattenendo illegittimamente denaro di cittadina UE nonostante la verifica sostanziale del Giudice penale dell’avvenuto furto;
  • la censura dell’informazione sammarinese ed italiana sul caso;
  • le certificazioni comuni dei conti tra controllate e controllore.

Questo ed altro viene spiegato ed illustrato nella trasmissione televisiva di cui al sottoriportato link che la mia cliente mi ha chiesto di rendere pubblico. https://www.facebook.com/PiazzaLibertaUfficiale/videos/158627483144938

Tali elementi non fanno altro che aggravare i danni diretti ed indiretti patiti dalla sig.ra G.M.M.C. e di coloro i quali a seguito di questa vicenda si sono trovati malauguratamente coinvolti.

Una volta si diceva “il tempo è galantuomo”, speriamo di avere tempo per dimostrarlo”.                                                                           

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy