San Marino. Riforma Fiscale: Csu e Segreteria Finanze, firmato l’accordo

CSU e Segreteria Finanze hanno firmato l’accordo sulla riforma fiscale.
È avvenuta oggi pomeriggio la firma del verbale di
accordo tra CSdL, CDLS e Segreteria di Stato per le Finanze sulla riforma
fiscale. Un accordo frutto di una complessa trattativa in cui la CSU ha svolto
un importante ruolo propositivo, che riporta una effettiva differenziazione nel
trattamento fiscale dei lavoratori autonomi rispetto a quello dei lavoratori
dipendenti, attraverso una serie di decreti da emanare dopo l’approvazione della
riforma tributaria.
Sul piano pratico, l’accordo prevede di aggiungere, alla
“normale” tassazione, una tassa fissa per i lavoratori autonomi pari a: 1.000 €
per i redditi da 0 a 14.000 €; 1.200 € per i redditi da 14.001 € a  42.000 €; 
1.400 € per i redditi da 42.001 € a  77.000 €.
Inoltre i lavoratori autonomi
non potranno usufruire degli oneri deducibili del 10% per le spese effettuate in
territorio.
Altri obiettivi importanti colti dalla CSU, sono il fatto che gli
scaglioni di reddito vengono adeguati annualmente in funzione dell’incremento
dell’indice del costo della vita, e non ogni due anni, come voleva il Governo, e
che le deducibilità del 10% per le spese effettuate in territorio di cui
beneficiano i lavoratori dipendenti, vengono considerate automaticamente nella
definizione della ritenuta d’acconto. 
Il verbale di accordo firmato oggi
contiene anche una serie di interventi e di impegni che vanno nella direzione
dell’equità e della emersione dei redditi di tutte quelle categorie a maggiore
rischio di evasione/elusione fisca
le.
Leggi il comunicato Csu
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy