San Marino, riforma tributaria. Corriere Romagna San Marino

Corriere Romagna San Marino: La manovra che fa discutere.  L’associazione degli operatori turistici: «Il nostro settore colpito in maniera sproporzionata, così non sono incentivati i consumi» / Sulla riforma le bordate dell’Usot / Il governo spinge sulla lotta all’evasione e sulla diversificazione dei carichi fiscali

 Nel mirino minimum tax e abolizione del regime forfetario

Lotta all’evasione fiscale, carichi fiscali diversi per chi ha figli o persone a carico, tassazione sui capitali prodotti all’estero, e minimum tax per le aziende contro i “furbetti”. Il governo presenta la sua riforma
tributaria
, già licenziata per l’iter consigliare. Ma, anche nel giorno del “battesimo” del progetto di legge, non mancano le polemiche: dopo le frecciate del sindacato sul «mancato dialogo», oggi tuona l’Usot, l’associazione di categoria che riunisce gli operatori del turismo: «Il settore, colpito in maniera sproporzionata». L’obbligo di scontrino fiscale, la minimum tax, l’abolizione del regime forfetario e la tassazione dei dividendi al 3%, i nodi contro cui si scagliano gli operatori del turismo. Ma per il segretario alle Finanze Pasquale
Valentini
, la riforma è un enorme sforzo a favore di «equità, efficienza e trasparenza». 

 

Leggi il Comunicato Ufficio stampa Congresso

Leggi il resoconto dell’Agenzia Dire Torre 1

 


Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette
di Ranfo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy