San Marino. Rinnovato l’accordo di collaborazione tra la FSSI e la Federazione Italiana in materia di formazione maestri di sci

Lo scorso fine settimana si è svolto a Milano, nella Torre Allianz, il 53° Congresso della FIS, la Federazione Internazionale dello Sci.

Era il primo evento in presenza, seppur parziale, dopo i due anni segnati dal Covid ed è stato il primo congresso da presidente per Gian Luca  Gatti, eletto ai vertici della FSSI lo scorso autunno.
Tra le varie decisioni assunte, la conferma di Johan Eliasch per il prossimo quadriennio alla presidenza della FIS, il cui nome è stato mutato in Federazione Internazionale dello Sci e dello Snowboard, ma anche l’elezione dei consiglieri all’insegna della gender equality, che ha portato all’ingresso di 4 donne. Sono stati inoltre assegnati i Mondiali 2026 e 2027, con quelli di sci alpino che sono andati alla località svizzera di Crans Montana nel 2027.
Per la Federazione Sammarinese Sport Invernali è stata un’importante occasione per riallacciare i rapporti internazionali e per gettare le basi per future collaborazioni.
È stata, soprattutto, l’occasione per rinnovare, a margine dei lavori, il protocollo d’intesa ed il disciplinare tecnico che lega le due scuole di formazione Snowsports Academy per San Marino e Coscuma per l’Italia, con la firma apposta dai presidenti federali Gian LucaGatti (FSSI) e Flavio Roda (FISI).
Un accordo che rinsalda la collaborazione tra le due Federazioni sciistiche che perseguono da sempre i medesimi obiettivi di qualità ed eccellenza e che rinnova l’amicizia sportiva e professionale nata all’indomani della fondazione della Federazione Sammarinese, datata 1970, passando per la gestione di molti presidenti sia tricolori che biancazzurri.

In particolare, va ricordato che questo protocollo d’intesa, avviato nel 2006, definisce le linee guida in materia di formazione della figura professionale del maestro di sci, professione regolata in Italia dalla legge quadro 81/91 ed in Europa dal Regolamento Delegato (UE) 2019/907. Questo accordo permette il riconoscimento in Italia del titolo rilasciato dalla Federazione Sammarinese al termine del percorso formativo di massimo grado, impostato e sviluppato secondo i criteri di qualità e sicurezza imposti dalle leggi vigenti in materia di formazione dei maestri di sci.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy