San Marino. «Si programmino gli eventi: così apriremo la sera»

I commercianti rispondono al segretario di Stato che si era lamentato per i negozi chiusi prima di cena.

«Da anni chiediamo che l’assegnazione degli eventi in centro storico avvenga l’anno prima del loro svolgimento». Di qualche giorno fa il ‘rimprovero’ del segretario di Stato al Turismo, Federico Pedini Amati ai commercianti del centro storico che prima di cena abbassano le serrande dei propri negozi. Ieri la risposta dell’Unione sammarinese commercio e turismo. Che punta sulla programmazione. «Riteniamo indispensabile – scrive l’associazione di categoria – una progettazione di marketing efficace ad ampio raggio, che porterebbe sicuri benefici al Paese sia in termini di informazione turistica sia per la programmazione necessaria da parte di tutte le attività interessate. Va da sé che i ritardi della programmazione degli eventi, così come quelli last minute, non favoriscono un’efficace divulgazione delle manifestazioni presenti in territorio». (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy