San Marino, Upr. Crisi senza prospettiva di uscita

Crisi economica sempre più grave nella Repubblica di San Marino secondo Giovanni Lonfernini, Unione per la Repubblica, senza alcuna prospettiva di uscita.

 I principali indicatori economici e sociali confermano l’inarrestabile
consolidamento di un trend sempre più precario a cui non corrisponde la benché’
minima indicazione di una netta “uscita di sicurezza” da parte del
Governo.
Il totale delle imprese presenti ed operanti in Repubblica, a
dicembre 2011, segna il – 5,6% su dicembre 2010.
I disoccupati ammontano a
1.115 unita’ e – dato ancor più allarmante – la fascia anagrafica che conta il
maggior numero di disoccupati e’ quella dai 20 ai 29.
Nel periodo
gennaioottobre 2011, oltre 521 aziende hanno fatto ricorso alla Cassa
Integrazione Guadagni (CIG) per un costo pari a 5 milioni di euro.
L’indice
generale dei prezzi al consumo, infine,  nel mese di dicembre 2011 ha segnato
una variazione del +3,1 %
.

Vedi comunicato stampa Upr

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy