San Marino. Upr: ‘sì al referendum sull’Europa’

“SI AL REFERENDUM SULL’EUROPA”

Ieri, giovedì 5 settembre, si è riunita l’Assemblea degli Aderenti dell’Unione Per la Repubblica. L’Assemblea, che ha visto la presenza di oltre cinquanta aderenti, ha ascoltato e successivamente discusso i numerosi contenuti presenti nel riferimento sviluppato da parte del Coordinatore Lorenzo Lonfernini. Dopo oltre due ore di dibattito l’organismo direttivo ha fissato precise linee di azione:

1) Il convinto sostegno al referendum sull’Unione Europea. In tal senso l’UPR si attiverà per fornire, senza alcuna esitazione, tutto il proprio supporto al Comitato Promotore al fine di sensibilizzare la cittadinanza in previsione della tornata referendaria del 20 ottobre prossimo;

2) Di fronte alla totale assenza di dialogo sulla Riforma Tributaria, dare corso ad una forte opposizione consigliare. L’aggressività fiscale, punto che non solo si è insinuato ma che ha coagulato la maggioranza, è ormai insostenibile. Punto su cui – di fatto – si sono convertite forze politiche storicamente ed idealmente prudenti sull’utilizzo della leva fiscale rimasto unico fattore di competitività;

3) Il rilancio delle proposte avanzate al Tavolo per lo Sviluppo (giochi, condono, liberalizzazioni, gestione dei rifiuti ed un serio pacchetto d’interventi per aprire il comparto commerciale) rimaste colpevolmente inascoltate dal Governo. Contrastando così il binomio “più tasse, più tagli” unica e, soprattutto, tragica stella polare dell’azione di Governo;

4) Il rafforzamento della Coalizione “Intesa Per il Paese” – nata dalla proficua alleanza con il Partito Socialista – quale punto di riferimento per un’area politica e culturale liberale, moderata e riformista.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy