San Marino. USL: “I salariati dimenticati”

“Eravamo cautamente ottimisti sul rinnovo del contratto dei salariati AASLP che, com’è noto, registra l’ultimo aggiornamento all’ormai lontano 2012; in quanto dopo aver richiesto alle Segreterie competenti un confronto già nel corso del 2021 per rimodulare gli aspetti economici e retributivi si era verificata un’accelerazione in merito alla definizione del fabbisogno ed alla riorganizzazione dell’Azienda di Produzione”

Lo scrive USL in una nota. “Il calendario degli incontri sembrava procedere regolarmente, pur dovendosi ovviamente destreggiare fra le varie restrizioni dovute alla pandemia.
Fiduciosi del rispetto della “tabella di marcia “, l’USL convocava un’assemblea con tutti i salariati AASLP presso la sala Ex International (fra l’altro molto partecipata) per il giorno 09/02/2022 al fine di aggiornare i lavoratori sull’esito dell’incontro previsto due giorni prima con la Segreteria al Territorio che avrebbe dovuto finalmente mettere sul tavolo proposte normative e soprattutto economiche in merito all’adeguamento dello stipendio dei salariati AASLP.
Purtroppo l’incontro fissato è stato annullato dalla Segreteria al Territorio poche ore prima per improvvisi impegni istituzionali pertanto l’assemblea si è risolta in un forte ennesimo sollecito da parte dei lavoratori AASLP di interagire con decisione con le istituzioni preposte per portare finalmente a casa dopo un decennio un rinnovo economico dignitoso.
Sulla spinta del deciso mandato ricevuto dai lavoratori l’USL il giorno seguente ha richiesto sollecitamente per iscritto una nuova convocazione alla Segreteria competente senza purtroppo, ad oggi, ricevere alcuna risposta. Vani anche i diversi solleciti telefonici.
Siamo consapevoli delle problematiche del Paese , ma il rinnovo del contratto dei salariati AASLP ( ridotti fra l’altro a poco più di un centinaio per mancanza di scelte politiche ormai decennali sulla mission ed il futuro dell’Azienda di Produzione ) non può essere una questione marginale visto che c’è chi deve fare i conti tutti i giorni con un salario inchiodato al palo da dieci anni e con le recenti dinamiche legate agli esagerati aumenti di benzina, alimentari , caro bollette ed altro .
Confidiamo che le Segreterie competenti abbiano quanto prima la responsabilità di recepire le difficoltà del comparto convocando celermente un incontro per riprendere il percorso del rinnovo del contratto AASLP, diversamente riuniremo nuovamente i lavoratori per definire eventuali iniziative”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy