San Marino. Uso dei videoterminali sui luoghi di lavoro, aggiornato con un decreto il regolamento

Adottato il decreto delegato che aggiorna la regolamentazione sull’utilizzo dei videoterminali sui luoghi di lavoro.

Lo annuncia in un comunicato la segreteria di Stato per la Sanità.

“Una legge che aspettava un adeguamento da tantissimi anni, infatti la prima normativa che regolamentava l’utilizzo dei videoterminali sui luoghi di lavoro nella Repubblica di San Marino era datata 1991 e non era mai stata aggiornata”.
Questo il commento con cui il segretario di Stato, Roberto Ciavatta, e l’intera segreteria di Stato per la Sanità, particolarmente sensibile alle problematiche dei lavoratori in un impegno condiviso con le forze sociali e imprenditoriali, ha accolto e provveduto all’aggiornamento delle disposizioni in vigore per l’utilizzo dei videoterminali sui luoghi di lavoro della Repubblica di San Marino.

“Le nuove norme – continua Ciavatta – sono la realizzazione di questa promessa. Incrementiamo gli obblighi per il datore di lavoro di valutazione del rischio per i propri dipendenti, aumentiamo le tutele sanitarie, inaspriamo le sanzioni per le imprese che non rispettano le regole, diamo nuovo impulso al processo di informatizzazione migliorando i controlli e fornendo nuove procedure sulle pause. Vogliamo dare un segnale inequivocabile: non si risparmia sulla vita dei lavoratori”.

L’evoluzione tecnica e normativa e le previsioni espresse nella legge 31/1998 da tempo indicavano la necessità di un aggiornamento sulla materia.
Il testo è stato preliminarmente condiviso con la segreteria di Stato per il Lavoro e con le parti sociali, sindacali e datoriali, a cui va il ringraziamento per il contributo ed i suggerimenti al testo normativo.

La segreteria Sanità ha già annunciato alle parti sociali l’intenzione di proseguire, assieme alla segreteria di Stato per il Lavoro, il percorso di aggiornamento della normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.
L’intenzione è quella di adeguare e contemporaneamente semplificare la normativa in essere, abrogando i vecchi testi normativi e cercando di unificare, per argomenti, le nuove disposizioni, cosicché saranno di più facile consultazione e soprattutto per uniformare la normativa sammarinese alle norme comunitarie ed italiane.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy