San Marino. La Reggenza in visita all’Ospedale di Stato

Nel pomeriggio di oggi i  Capitani Reggenti, Oscar Mina e Paolo Rondelli, accompagnati dal segretario di Stato per la Sanità, Roberto Ciavatta, dal capitano di Castello di Borgo Maggiore, Barbara Bollini, e dal comitato esecutivo dell’Istituto per la sicurezza sociale, hanno fatto visita alla struttura ospedaliera sammarinese, portando i loro saluti a tutto il personale sanitario e socio-sanitario.

In particolare, si legge nella nota della segreteria di Stato per la Sanità, le più alte cariche dello Stato hanno visitato i reparti di Pronto Soccorso, Laboratorio Analisi e Centro Trasfusionale e la Terapia Intensiva, confrontandosi a lungo con i responsabili e il personale delle varie unità operative sulle esigenze strutturali e gli investimenti da intraprendere nell’immediato futuro.

La visita si è conclusa con un momento di incontro in plenaria con una nutrita rappresentanza del personale Iss nell’area antistante il punto vaccini.

“Voglio esprimere la mia più alta riconoscenza per tutti coloro che, ancora oggi, dedicano tutte le energie e molto più di quello che sarebbe il loro normale orario di lavoro per garantire la sicurezza dei nostri cittadini – ha ricordato il segretario di Stato per la Sanità, Roberto Ciavatta -. La lotta alla pandemia non è ancora conclusa, ma ora dobbiamo guardare al futuro e intraprendere i giusti investimenti per dotare questi professionisti degli strumenti per poter eccellere. Ringrazio la Reggenza per questa visita, perché la vicinanza delle istituzioni è fondamentale in questo periodo di grandi cambiamenti, dove la sanità sammarinese si gioca quello che sarà il suo futuro”.

“Grazie alle Loro Eccellenze – ha ringraziato il direttore generale dell’Istituto per la sicurezza sociale, Francesco Bevere – per questa visita che dimostra ancora una volta la vicinanza concreta delle istituzioni all’Iss e al suo personale. Dopo aver affrontato la grave emergenza Covid ci attendono nuove sfide. Dobbiamo essere capaci di interpretare le esigenze di crescita professionale del nostro capitale intellettuale consentendo loro di misurarsi e di migliorare le loro capacità anche attraverso l’innovazione tecnologica e gli investimenti strutturali già avviati, tra i quali quello più rilevante è certamente la costruzione di una nuova ala dell’Ospedale. Tutto questo consentirà il parallelo miglioramento della qualità e della sicurezza delle cure garantite a tutt’oggi ai cittadini sammarinesi, senza trascurare l’obiettivo della sostenibilità del sistema”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy