San Marino. VI edizione ‘Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino’ – 9/ 20 settembre 2014

Dal 9 al 20 settembre 2014 si svolgerà la 6a edizione del “Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino”, la manifestazione musicale che fin dalla prima edizione – nel 2004 – ha saputo attrarre a San Marino centinaia di giovani pianisti provenienti da tutto il mondo.

Il Teatro Titano e il Teatro Concordia di San Marino ospiteranno dal 9 al 20 settembre 2014 la 6a edizione del “Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino”. Nata nel 2004 con cadenza biennale, la manifestazione è organizzata dall’Associazione Musicale Allegro Vivo, con il fondamentale sostegno della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio SUMS e dell’Ente Cassa di Faetano – Fondazione Banca di San Marino, sotto l’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, con il Patrocinio del Congresso di Stato e con la collaborazione della Giunta di Castello di Borgo Maggiore.

Il Concorso si rivolge a giovani pianisti di tutte le nazionalità, ai quali offre l’occasione di mettere in mostra le proprie doti musicali e di aggiudicarsi sia premi in denaro che altre importanti opportunità per l’avvio di carriera. Proprio la notevole consistenza dei premi in palio è uno degli elementi che negli anni ha consentito il delinearsi di una chiara fisionomia della competizione sammarinese nel vasto panorama delle manifestazioni internazionali. Il Concorso gode infatti indiscutibilmente di una notevole stima. E ciò anche per aver saputo individuare talenti davvero straordinari, oggi protagonisti di carriere importantissime: tra i vincitori delle scorse edizioni ricordiamo Evgheny Brakhman, Teo Gheorghiu, Beatrice Rana, Sofya Gulyak, Dong Kyu Kim, Lukáš Vondráček. E soprattutto lo strepitoso Daniil Trifonov, vincitore nel 2011 del prestigiosissimo Premio Tchaikovsky di Mosca e ormai star indiscussa del pianismo mondiale.

All’edizione 2014 potranno partecipare musicisti nati dal 1984 in poi, ossia fino a 30 anni d’età.

Il termine ultimo per l’iscrizione è scaduto il 10 maggio, e le richieste pervenute entro tale data sono state moltissime anche questa volta: ben 160 da 44 paesi diversi. Un numero assolutamente superiore alle possibilità logistiche della manifestazione, che ha costretto la Direzione Artistica ad operare una preselezione sulla base dei curricula e del materiale video inviato dai Candidati, ammettendo a partecipare “solo” 42 pianisti.

Come in passato, le prove saranno articolate in Eliminatoria e Semifinale. Ma prima di accedere alla Finale vera e propria – durante la quale i Solisti si cimenteranno in uno dei concerti principali della letteratura per pianoforte e orchestra – quest’anno i Candidati dovranno misurarsi con il delicato solismo del più puro repertorio classico viennese, eseguendo – sempre accompagnati dall’orchestra – un concerto di Wolfgang Amadeus Mozart.

Naturalmente l’orchestra impegnata sarà l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino, con la quale prosegue la felice e ormai collaudata collaborazione, i cui membri saranno chiamati quest’anno ad eleggere il Solista assegnatario del “Premio Speciale Orchestra”. A guidare il complesso lavoro della compagine orchestrale sarà il M° Francesco Ommassini.

In continuità con le scorse edizioni, anche quest’anno è stata selezionata una Commissione esaminatrice di altissimo livello: grandi nomi del pianismo internazionale che hanno accettato di porre al servizio della manifestazione un’indiscussa competenza artistica e didattica. Presidente della Giuria lo statunitense Gary Graffman. Vincitore nel 1949 del prestigioso Premio Lewentritt, vanta una carriera di eccezionale spessore artistico, in collaborazione con le più grandi orchestre e con direttori quali Leonard Bernstein, Zubin Mehta, Eugene Ormandy, George Szell. La Russia sarà presente in giuria nella persona di Dmitri Alexeev, vincitore nel 1975 del Leeds Piano Competition e già commissario di alcuni dei più importanti concorsi internazionali, mentre in rappresentanza della Corea del Sud sarà la pianista Mi-Joo Lee. Due gli italiani in commissione, entrambi frequenti ospiti delle maggiori istituzioni internazionali: Paola Bruni e Gianluca Cascioli. Completano la Giuria l’armeno-americano Sergei Babayan (allievo di musicisti leggendari quali Gornostayeva, Naumov, Pletnev, Vlasenko) e l’inglese Peter Donohoe, vincitore nel 1982 della Medaglia d’Argento al Concorso Tchaikovsky di Mosca.

Fin dalla nascita il Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino si è distinto per l’alto valore dei premi: per il 2014 la cifra complessiva in palio ammonta a ben 65.000 euro, che saranno suddivisi tra i diversi piazzamenti. Oltre a questo ricchissimo montepremi in denaro, ai migliori concorrenti saranno offerti diversi concerti premio presso importanti istituzioni musicali, mentre al Vincitore Assoluto sarà riservato un contratto biennale con l’agenzia di management StudioMusica di Modena (con la garanzia di almeno 10 scritture in sedi italiane ed internazionali), oltre alla registrazione di un CD per la prestigiosa etichetta discografica Naxos.

Tutte le fasi del Concorso saranno aperte al pubblico, dal concerto di apertura del 9 settembre fino alla serata finale del 20 settembre. E così come nelle scorse edizioni, gli appassionati potranno seguire anche quest’anno l’intera manifestazione in live-streaming video, ossia in diretta web in tutto il mondo.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy