Scienza e società: Pietro Greco inaugura il ciclo d’incontri presso l’Università di Rimini

Oggi venerdì 16 gennaio alle ore 17 nell’Aula magna dell’Università di via Angherà 22, prende avvio il primo dei quattro

incontri dedicati al rapporto tra scienza e società, organizzato dal Polo scientifico e didattico riminese dell’Università di

Bologna e la Biblioteca Gambalunga.

Con Pietro Greco, storico giornalista scientifico ed ex consigliere del ministro dell’Università e ricerca Fabio Mussi.
Tema dell’incontro, che si terrà alle ore 17 nell’Aula magna dell’Università di via Angherà 22 venerdì 16 gennaio, sarà

‘Un dialogo per rifondare lo sviluppo sociale ed economico del Paese sul progresso scientifico. Il sapere alla base

dello sviluppo sociale ed economico del Paese: le sfide della scienza e la democratizzazione del dialogo con le parti

sociali.

In poco più di un secolo abbiamo assistito a un passaggio epocale: la progressione dalla società agricola, fondata

sulla domesticazione di piante e animali e sul lavoro agricolo, alla società industriale, fondata sulle macchine e sul

lavoro manuale. Fino all’ultima trasformazione: la costituzione di una società globale fondata sul sapere, il prodotto

distintivo, il bene di consumo che regola i destini e le economie degli stati.

Nel terzo millennio il sapere e non è edificato soltanto dagli scienziati, ma da tutti gli attori sociali che influiscono

sull’agenda della scienza e della ricerca: politici, industrie e finanziatori, organizzazioni non governative, associazioni di

malati, gruppi d’interesse che, da fuori del laboratorio, ampliano il dibattito sulle direzioni che deve prendere il

progresso. Un dibattito riproposto ogni giorno dagli scontri sulle biotecnologie, cellule staminali, testamento biologico,

fecondazione assistita, T.a.v., e nucleare.

Nella ‘società della conoscenza’ e dell’informazione, interculturale e sovranazionale, con i tratti distintivi delle società

democratiche europee, due processi a lungo considerati indipendenti, oggi si rivelano quindi più che mai speculari: il

processo attraverso il quale la società influisce sulla scienza e quello attraverso il quale la scienza influisce sulla

società.

Come democratizzare il flusso e l’utilizzo di questo bene ‘sapere’ ? Come creare un livello di massima partecipazione

tra le parti alla costruzione e alla condivisione della conoscenza? Ci si chiede quali debbano essere, secondo gli

esperti, le linee guida di un dialogo sui nodi principali delle nuove conoscenze al centro delle più urgenti sfide del

presente: dalle catastrofi climatiche a quelle economiche, dall’etica scientifica, politica e individuale.

Chi è Pietro Greco: giornalista e scrittore. Laureato in chimica, è stato Consigliere del Ministro dell’Università e della

Ricerca, On. Fabio Mussi. Conduttore del programma Radio-3 Scienza, collabora con quotidiani, riviste e case editrici.

È direttore del Master in Comunicazione Scientifica della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di

Trieste. Project leader del gruppo di ricerca ICS (Innovazioni nella comunicazione della scienza).

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy