Sui furti e sulle rapine. Generale Gentili ininfluente

SAN MARINO 3.0 SUI FURTI E SULLE RAPINE. IL GENERALE GENTILI SE NE DEVE ANDARE A CASA! E’ ININFLUENTE

San Marino 3.0 dopo l’ennesima rapina perpetrata in orario notturno ai danni di un esercizio sammarinese, peraltro vicino al confine sguarnito e non controllato di Dogana, è convinta che le responsabilità siano da ricercare nel mondo politico e nella persona del Generale Gentili, comandante in capo della Gendarmeria di San Marino.

Il mondo politico è responsabile per la sua totale inerzia ed incapacità nel gestire una situazione di vera emergenza come quella attuale. Ma nominando il Segretario Pasquale Valentini quale referente per la Gendarmeria tutto ciò era prevedibile, vista la sua totale inadeguatezza anche sul campo politico ed internazionale.
Altro grandissimo responsabile, a nostro avviso, è il Generale Alessandro Gentili, l’italiano comandante della Gendarmeria di San Marino.  
Chieda il Generale Gentili al Sig. Marzi, proprietario del Bar Il Ritrovo di Dogana, se San Marino è ancora un’isola felice o meno.
Da quando è arrivato il Generale Gentili la situazione ha subito un evidente tracollo, segno di profonda incapacità nel gestire un ruolo così importante e delicato. La nostra critica non investe la sua persona, ma le sue capacità organizzative e professionali che a nostro parere risultano essere alquanto scarse.
Di solito, anche nel mondo del calcio, un allenatore che non vince ma perde costantemente si cambia, anche se Pasquale Valentini non vuole. Lo vuole il paese. Forse è ora di far ritornare Gentili nella sua Roma; probabilmente con la sua uscita le cose potranno solo migliorare visto lo stato di degrado ed inerzia in cui vegetiamo, parlando di sicurezza nel paese.
La sensazione di insicurezza pervade le case dei sammarinesi. La sensazione che non si è più padroni in casa propria è fortissima e oltremodo tangibile
San Marino è vista come un bancomat per i ladri data la loro totale impunità. Difatti anche se per uno sporadico caso venissero acciuffati e messi in prigione, dopo due o tre giorni solitamente vengono rimessi in libertà e liberi, nuovamente, di delinquere.
Avevamo chiesto, noi di 3.0, il processo per direttissima e il Congresso si era impegnato nel provvedere: abbiamo visto come è andata a finire.
Poi non dobbiamo lamentarci se la volontà dei sammarinesi di farsi giustizia da soli diviene sempre più pressante e sentita ogni giorno che passa.
La colpa è solo di chi non ha fatto nulla quando invece poteva provvedere a sistemare le cose in tempo.
San Marino 3.0 vista la totale inadeguatezza del Comandante Gentili nel porre rimedio al dilagare dei furti e delle rapine nelle case e negli esercizi dei sammarinesi chiede il suo immediato licenziamento per giusta causa.
Così non si può andare avanti!
San Marino 3.0 – Movimento patriota.
Sempre dalla nostra parte, quella dei sammarinesi.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy