Sul parere del prof. Baldassarre in merito ai giochi

In relazione agli articoli apparsi negli ultimi giorni sulla stampa, sia interna che italiana, sui giochi a San Marino, e con particolare riferimento al già citato parere del Prof. Avv. Antonio Baldassarre, si ritiene doveroso precisare quanto segue:
il parere del Prof. Baldassarre gli è stato richiesto nel dicembre 2005 dal Comitato di Controllo di Vigilanza della Repubblica di San Marino, come “parere legale pro-veritate” al “fine di intraprendere (da parte del Comitato di Controllo e di Vigilanza, n.d.r.) l’iter per la concessione dell’installazione di nuove macchine a favore della Società “Giochi San Marino S.p.A.”.
Il testo del parere pro-veritate, autografato e datato 18 gennaio 2006, è stato consegnato a tutti i Gruppi Consiliari in data 6 settembre 2006, non è riservato e tutti possono prenderne visione.
Il parere doveva concernere una verifica della normativa sammarinese e del regolamento sui giochi in vigore a San Marino al fine di appurare se i giochi definiti Bingo e Bingo Multikeno fossero da annoverare tra i giochi della sorte o tra i giochi d’azzardo e se vi fossero eventuali conseguenti violazioni delle convenzioni in atto tra la Repubblica italiana e quella sammarinese alla luce delle normative vigenti nei due Paesi.
Ovviamente, essendo il Prof. Avv Baldassarre un giurista, non poteva che dare un parere di competenza. E’ fuor di dubbio che esuli, oggi come allora, dalle sue competenze quella di dare pareri tecnici sulle macchinette.
Tale competenza spetta invece all’Ente Giochi, il quale deve verificare la corrispondenza delle macchinette alle specifiche previste dal regolamento vigente sui giochi a San Marino.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy