Sulle azioni Carim. Secondo Bonfiglio Mariotti, Rimini

In merito alla vicenda delle azioni della – commissariata Cassa di Risparmio di Rimini (Carim) ha espresso il suo parere nei giorni scorsi, su La Voce di Romagna, ‘Secondo Bonfiglio Mariotti, imprenditore, consigliere di amministrazione di Eticredito – Banca Etcia Adriatica.

‘È Rimini ma è così l’Italia – dice Mariotti-, l’insider trading o l’approfittare della vicinanza ad amministratori per certe notizie, è un malcostume un po’ dappertutto.
Chiunque sia, sapeva bene che lo faceva a scapito di altri.

Leggevo proprio in questi giorni una frase di Corrado Alvaro che dice: La disperazione di una società è quando dichiara che operare onestamente è inutile.
Il fatto che cominciano a pensarlo – prosegue Mariotti – prelude a una specie di resa totale, ma non possiamo e non dobbiamo arrenderci.

Il rammarico è che purtroppo anche gli uomini liberi ed eticamente corretti si stanno arrendendo a questa evidenza, ma non deve essere così: dobbiamo continuare a crederci e a batterci’.

Le vendite massicce di azioni Carim a prezzo pieno, immediatamente prima dell’aumento di capitale, sono un esempio di insider trading? ‘È sicuramente un comportamento che non ha nulla di morale’, risponde Mariotti, ‘non si può dire altro prima di avere approfondito i dettagli’.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy